Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Home / Blog / Ernia iatale: definizione, sintomi e rimedi

Ernia iatale: definizione, sintomi e rimedi

Spesso causa del reflusso gastroesofageo è proprio l’ernia iatale. Nel nostro articolo vedremo nello specifico di cosa si tratta, come si presenta e cosa fare per ridurne i sintomi.

Cos’è l’ernia iatale

Per ernia iatale si intende il passaggio di una parte dello stomaco attraverso lo iato diaframmatico ovvero attraverso un’apertura del diaframma. Quest’ultimo è il muscolo che separa il torace dall’addome ed è fondamentale per la respirazione.

Quando si inspira il diaframma si appiattisce e permette l’entrata dell’aria nei polmoni, quando invece si espira assume la forma di una cupola. A sinistra il diaframma presenta una piccola apertura attraverso la quale passa l’esofago che dal torace si porta in addome. Se tale apertura è più larga della norma una parte dello stomaco può risalire e per l’appunto erniare nel torace. Esistono varie situazioni che possono favorire lo slargamento dello iato. Tra queste abbiamo l’obesità e la gravidanza.

Classificazione

Esistono tre tipi di ernia iatale:

  • Paraesofagea o da rotolamento. La parte superiore dello stomaco ernia nel torace e rimane lì fissa;
  • Da scivolamento. La parte superiore dello stomaco scivola nel torace e rientra in addome facendo su e giù. Questa è la forma più frequente ed è quella che si associa più spesso all’obesità e ai sintomi da reflusso gastroesofageo;
  • Mista o complicata. In questi casi gran parte dello stomaco ernia nel torace e può creare grosse difficoltà di digestione e molti altri disturbi risolvibili solo con un intervento chirurgico.

Che sintomi provoca l’ernia iatale

I sintomi più frequenti sono rappresentati da:

  • Bruciore di stomaco;
  • Dolore retrosternale;
  • Reflusso acido;
  • Gonfiore;
  • Dolore quando si deglutisce oppure sensazione di avere una “bolla” in gola;
  • Alito cattivo ed eccessiva eruttazione.

Esistono poi una serie di sintomi che vengono definiti atipici:

  • Tosse;
  • Raucedine;
  • Palpitazioni;
  • Mancanza di respiro.

L’ernia iatale può provocare l’insorgenza di complicazioni anche importanti come per esempio l’esofagite da reflusso, l’ulcera e di conseguenza anemia per via del sanguinamento, dispnea, tosse cronica e rischio di sviluppare una polmonite ab ingestis.

Come si fa la diagnosi

Per porre diagnosi di ernia iatale basta effettuare una radiografia con pasto baritato ovvero con il mezzo di contrasto. È importante effettuare anche la gastroscopia al fine di valutare la presenza di danni sulla mucosa.

Consigli pratici

Se si soffre di ernia iatale possono essere utili i seguenti consigli:

  • Perdere peso se si è obesi oppure in sovrappeso;
  • Coricarsi dopo almeno tre ore dal pasto;
  • Dormire con due cuscini;
  • Non fumare;
  • I pasti devono essere meno consistenti e più frequenti;
  • Valutare con il medico la possibilità di una terapia farmacologica con anti acidi e/o inibitori di pompa protonica;
  • Evitare di mangiare cibi troppo caldi, evitare gli alcolici e le bibite gassate;
  • Evitare cibi grassi, caffeina, menta, cioccolato, fritti, bollito di carne, pomodoro, spezie piccanti.
Fonti:
  • Kahrilas PJ, Kim HC, Pandolfino JE. Approaches to the diagnosis and grading of hiatal hernia. Best Pract Res Clin Gastroenterol. 2008;22(4):601-16.
  • Hyun JJ, Bak YT. Clinical significance of hiatal hernia. Gut Liver. 2011 Sep;5(3):267-77.
  • Richter JE, Rubenstein JH. Presentation and Epidemiology of Gastroesophageal Reflux Disease. Gastroenterology. 2018 Jan;154(2):267-276.
  • Gadenstätter M, Wykypiel H, Schwab GP, Profanter C, Wetscher GJ. Respiratory symptoms and dysphagia in patients with gastroesophageal reflux disease: a comparison of medical and surgical therapy. Langenbecks Arch Surg. 1999 Dec;384(6):563-7.
  • Sfara A, Dumitrascu DL. The management of hiatal hernia: an update on diagnosis and treatment. Med Pharm Rep. 2019 Oct;92(4):321-325.
  • Mainie I, Tutuian R, Shay S, Vela M, Zhang X, Sifrim D, Castell DO. Acid and non-acid reflux in patients with persistent symptoms despite acid suppressive therapy: a multicentre study using combined ambulatory impedance-pH monitoring. Gut. 2006 Oct;55(10):1398-402.
  • Hart AM. Evidence-based recommendations for GERD treatment. Nurse Pract. 2013 Aug 10;38(8):26-34; quiz 34-5.
  • Abbas AE, Deschamps C, Cassivi SD, Allen MS, Nichols FC, Miller DL, Pairolero PC. Barrett’s esophagus: the role of laparoscopic fundoplication. Ann Thorac Surg. 2004 Feb;77(2):393-6.
  • Epstein D, Bojke L, Sculpher MJ., REFLUX trial group. Laparoscopic fundoplication compared with medical management for gastro-oesophageal reflux disease: cost effectiveness study. BMJ. 2009 Jul 14;339:b2576.
Nota: Il contenuto del presente articolo non è inteso né raccomandato come sostituto di consigli, diagnosi o trattamenti medici. Pertanto è sempre necessario chiedere il parere di un medico in merito a qualsiasi domanda, condizione clinica, trattamento o argomento trattato nel presente documento. Doctorium non si assume nessuna responsabilità sull'utilizzo autonomo delle informazioni indicate.

Articoli correlati

Fai conoscere l'articolo ai tuoi amici

0 Condivisioni
Elemento aggiunto al carrello.
0 items -
doctorium_logo.png

CONSULTO MEDICO ONLINE

Scrivi i tuoi dati e penseremo a tutto noi

× Servizio Clienti