Cerca un chirurgo vascolare online e prenota un video visita vascolare

Il chirurgo vascolare è il medico specializzato in Chirurgia Vascolare e si occupa del trattamento medico-chirurgico delle arterie, delle vene e dei vasi linfatici. L’angiologo invece, è il medico specializzato in Angiologia e si occupa delle patologie che colpiscono i vasi sanguigni e quelli linfatici ma non interviene chirurgicamente.

 

Se necessiti di programmare un intervento chirurgico vascolare oppure hai bisogno di esporre i tuoi sintomi a uno specialista, puoi prenotare una video visita chirurgica vascolare o una consulenza angiologica online e ottenere subito un parere medico.

 

Su Doctorum.it puoi trovare facilmente un chirurgo vascolare o un angiologo e prenotare comodante una video visita vascolare, ovunque ti trovi.

 

Ottenere una consulenza online è semplicissimo: registrati sulla piattaforma, cerca un chirurgo vascolare online tra i nostri specialisti, scegli la data o richiedi un consulto prioritario, e ottieni subito un appuntamento per una visita visita chirurgica vascolare personalizzata, in maniera comoda e sicura.

Icona Chirurgia Vascolare

Cerca un chirurgo vascolare o un angiologo online tra i nostri specialisti

Ecco alcuni dei medici specializzati in Chirurgia Vascolare e Angiologia a cui puoi chiedere un consulto online su Doctorium.it.

Dott. Giuseppe Gallelli

Giuseppe Gallelli 185x241
Curriculum

Laureato in Medicina e Chirurgia presso Università Cattolica del Sacro Cuore.

Nel 2001 Consegue la Specializzazione in Chirurgia Generale.

Abilitato all’Emergenza Territoriale nel 2004.

Svolge la professione di Dirigente Medico in Chirurgia Generale presso il Sant’Anna Hospital dal 2001 al 2005.

Medico SUEM 118 nel 2005.

Dirigente Medico in Chirurgia Generale dal 2005 al 2006.

Da Dicembre 2006 Dirigente Medico di Pronto Soccorso presso AUSSL 18 Legnano (Verona).

Dal 2007 al 2016 Dirigente Medico di Pronto Soccorso presso l’AOPC di Catanzaro.

Dal 2016, nella medesima azienda, svolge il ruolo di Dirigente Medico di Chirurgia Vascolare con incarico di Alta Specialità. Chirurgia Vascolare

Dal 2005 al 2006 è stato docente nel corso di formazione di medicina generale per l’ASL n. 7 e dal 2013 al 2014 Professore a Contratto in Anatomia Patologica presso l’Università Magna Graecia di Catanzaro.l 2005 al 2006 è stato docente nelorso di formazione di medicina generale per l’ASL n. 7 e dal 2013 al 2014 Professore a Contratto in Anatomia Patologica presso l’Università Magna Graecia di Catanzaro.

Dal 2005 al 2006 è stato docente nel corso di formazione di medicina generale per l’ASL n. 7 e dal 2013 al 2014 Professore a Contratto in Anatomia Patologica presso l’Università Magna Graecia di Catanzaro.Dal 2005 al 2006 è stato docente nel corso di formazione di medicina generale per l’ASL n. 7 e dal 2013 al 2014 Professore a Contratto in Anatomia Patologica presso l’Università Magna Graecia di Catanzaro.

Dal 2005 al 2006 è stato docente nel corso di formazione di medicina generale per l’ASL n. 7 e dal 2013 al 2014 Professore a Contratto in Anatomia Patologica presso l’Università Magna Graecia di Catanzaro.

Consulenza online di 30 minuti • 45 €

In cosa consiste la visita chirurgica vascolare

Durante la prima visita chirurgica vascolare, il medico raccoglie l’anamnesi del paziente. Chiede se è affetto da patologie, se assume farmaci e quali, se ha mai subito un intervento chirurgico. Raccoglie informazioni anche sulle sue abitudini, sul suo stile di vita e sulle patologie che affliggono i suoi familiari. Si concentra poi sui sintomi che il paziente lamenta. Indaga sul motivo che ha portato il paziente ad effettuare la visita vascolare. Visiona gli esami che ha effettuato in passato e/o prescrive ulteriori esami diagnostici di laboratorio e strumentali. Può sottoporre il paziente ad ecocolordoppler oppure può prescrivere l’esecuzione di una TC.

 

Quando il medico giunge alla diagnosi, valuta se vi è indicazione ad intervenire chirurgicamente sul paziente. In caso di valutazione positiva, espone al paziente la procedura chirurgica da effettuare ed indica con precisione quali sono i rischi che corre e i benefici che può ottenere dall’operazione.

 

Il chirurgo si occupa poi della visita di controllo post intervento al fine di valutarne l’esito.

Il chirurgo vascolare risponde online alle tue domande

Ecco alcune delle domande più frequenti poste dai nostri utenti.

Che differenza c’è tra chirurgo vascolare e angiologo?

La differenza fondamentale che intercorre tra la figura dell’angiologo e del chirurgo vascolare è che quest’ultimo ha la competenza di intervenire chirurgicamente sul vaso malato oltre che a porre diagnosi e a prescrivere la terapia farmacologica. In pratica può offrire opzioni mediche, chirurgiche o entrambe.

In cosa consiste la visita angiologica vascolare?

La visita angiologica vascolare si propone di porre diagnosi delle patologie che riguardano i vasi e di impostare il trattamento farmacologico più adatto. Durante la visita angiologica, lo specialista si preoccupa molto della modifica dei fattori di rischio e di tutte quelle condizioni che possono danneggiare i vasi come per esempio la dieta, il fumo, l’ipercolesterolemia, l’ipertensione arteriosa ecc.

 

Su Doctorium.it l’utente può chiedere un parere ad un angiologo online o ad un chirurgo vascolare su una problematica che è già stata diagnosticata e ricevere così maggiori delucidazioni sull’intervento chirurgico a cui si sottoporrà. Oppure può effettuare una prima visita angiologica, esporre la propria sintomatologia e farsi così indirizzare dallo specialista sul percorso diagnostico e terapeutico migliore per il suo caso.

Quali patologie tratta il chirurgo vascolare?

Queste sono alcune delle patologie dei vasi sanguigni più frequenti per cui sono necessari la valutazione o l’intervento del chirurgo vascolare.

  • Stenosi vascolare. Il flusso di sangue si riduce e il chirurgo deve intervenire impiantando uno stent e ripristinando così il giusto calibro del vaso sanguigno.
  • Ischemia acuta.
  • Aneurisma. 
  • Dissecazione. È una condizione patologica particolarmente pericolosa. Si verifica quando lo strato interno della parete del vaso sanguigno si lacera e si separa dallo strato intermedio della parete stessa.
  • Sindrome di Leriche o sindrome del carrefour: è presente un’ostruzione a livello della biforcazione aortica nelle due arterie iliache.
  • Malattia di Buerger. Si tratta di una trombosi infiammatoria delle piccole e medie arterie e di alcune vene superficiali, che provoca ischemia arteriosa e tromboflebite superficiale. Il fumo è il principale fattore di rischio.
  • Insufficienza venosa. È una condizione patologica della circolazione in cui le vene non riescono a veicolare le giuste quantità di sangue. Si verifica quando le valvole delle vene non sono più sufficientemente continenti, si sviluppano così le varici o le vene varicose. In questi casi è molto importante effettuare una visita angiologica alle gambe.
  • Trombosi venosa profonda. Consiste nella formazione di un coagulo di sangue in una vena profonda di un arto o della pelvi. La trombosi venosa profonda è la causa principale dell’embolia polmonare. È importantissimo effettuare la visita angiologica degli arti inferiori.
  • Artrite temporale. Si tratta di un’infiammazione cronica delle grandi e medie arterie di testa, collo e tronco. I vasi più spesso colpiti sono le arterie temporali.
  • Linfedema. Consiste in un anomalo accumulo di liquido linfatico nei vari distretti dell’organismo a causa di una disfunzione dei vasi linfatici.
  • Vene varicose. Vengono definite come dilatazioni abnormi e sacculari delle vene, soprattutto degli arti inferiori, che spesso assumono un andamento tortuoso.
  • Accessi per dialisi.
× Servizio Clienti