Alopecia e caduta dei capelli: cause, caratteristiche e trattamento da seguire

Alopecia e caduta dei capelli: cause, caratteristiche e trattamento da seguire

Alopecia E Caduta Dei Capelli

Redazione Doctorium

Il termine alopecia indica la perdita di capelli indipendentemente dalla causa. Nel nostro articolo vedremo quali sono le fasi naturali di crescita e caduta dei capelli. Analizzeremo i vari tipi di alopecia, vedremo quali possono essere le cause, gli esami da eseguire per porre diagnosi e i trattamenti più adatti.

Il capello e le sue fasi

Il ciclo del capello si compone di tre fasi: la fase di crescita, chiamata anagen, la fase di riposo, chiamata catagen, e la fase di caduta che è la fase telogen. Il novanta per cento dei capelli è nella fase di crescita (anagen) e il resto, che corrisponde al dieci per cento nelle fasi di riposo e caduta. I capelli seguono un turnover ovvero alcuni cadono e nello stesso momento altri nascono e li sostituiscono.

Tipi di alopecia

L’alopecia può essere suddivisa in due categorie principali: cicatriziale e non cicatriziale.

Il tipo più comune è l’alopecia non cicatriziale o androgenetica. La maggior parte degli uomini inizia a perdere i capelli a partire dai venti anni d’età, mentre le donne iniziano a perderli tra i quaranta o i cinquant’anni.

Man mano che un individuo invecchia tenderà comunque a perdere i capelli. La differenza tra perdita di capelli maschile e perdita di capelli femminile riguarda le sedi di caduta. Gli uomini generalmente perdono i capelli nella parte anteriore e nella regione temporale, mentre le donne tendono a perdere i capelli dalla zona centrale del cuoio capelluto. Inoltre, la perdita di capelli femminile non si conclude con la calvizie completa, mentre la perdita di capelli maschile può finire con la calvizie completa.

I maschi tendono a mantenere i capelli presenti nella zona posteriore della testa perché questi capelli sono resistenti agli ormoni androgeni.

Caratteristiche dell’alopecia non cicatriziale

L’alopecia non cicatriziale rientra in sei categorie principali:

  • Alopecia areata: può presentarsi in qualsiasi parte del corpo, non solo al cuoio capelluto, ma anche al viso, al tronco e alle estremità. Quando colpisce solo una parte del corpo, si chiama alopecia areata. Quando colpisce un intero sito, si chiama alopecia totalis. Quando coinvolge tutto il corpo, si chiama alopecia universalis. L’eziologia è sconosciuta, ma potrebbe essere correlata a una malattia autoimmune.
  • Alopecia androgenetica: in questo caso la caduta dei capelli è influenzata dai geni e dagli ormoni androgeni.
  • Telogen effluvium: deriva dallo spostamento della fase di crescita del ciclo del capello (anagen) verso la fase di caduta (telogen). Può essere conseguenza di una malattia come l’ipo o ipertiroidismo. Oppure può essere dovuta allo stress come accade per esempio dopo un intervento chirurgico importante, una dieta drastica, una cattiva alimentazione e l’uso di farmaci.
  • Alopecia traumatica: è dovuta ad una forte trazione esercitata sui capelli, si osserva comunemente nei bambini. In questa categoria rientra anche la tricotillomania è un tipo di alopecia in cui il paziente si tira i capelli ripetutamente.
  • Tinea capitis: il tipo classico di tinea capitis provoca la caduta dei capelli senza cicatrici, a differenza di altri tipi come kerion e favus.
  • Anagen effluvium: questa è la caduta dei capelli che si verifica durante la fase anagen del ciclo cellulare. Si verifica nei pazienti affetti da cancro che stanno facendo terapia con agenti chemioterapici.

 

Caratteristiche dell’alopecia cicatriziale

L’alopecia cicatriziale si divide in tre tipi principali:

  • Tinea capitis: la varietà infiammatoria della tinea capitis (favus) può culminare con alopecia cicatriziale.
  • Alopecia mucinosa: si verifica quando si accumula nei follicoli piliferi e nelle ghiandole sebacee il materiale mucinoso. Quest’ultimo provoca una risposta infiammatoria che ostacola la crescita dei capelli.
  • Alopecia neoplastica: è l’infiltrazione metastatica da parte delle cellule maligne a livello del cuoio capelluto.

 

Come si fa diagnosi

In un paziente con alopecia è sicuramente molto importante effettuare un’accurata anamnesi. Bisogna chiedere informazioni sulla quantità di capelli che vengono persi al giorno e su come e quando è insorto il problema. Nei casi di alopecia areata, la caduta dei capelli può verificarsi durante la notte, mentre altri tipi di alopecia possono richiedere mesi o anni per diventare evidenti.

Bisogna poi chiedere informazioni sulla salute generale del paziente, compresa la sua dieta, le sue abitudini e il suo stato di salute generale. Si dovrebbero chiedere al paziente le abitudini di balneazione, compreso lo shampoo e l’uso del balsamo. Lo stress è una causa significativa di perdita di capelli ed è necessario informarsi a tal riguardo. La storia familiare può fornire indizi importanti e far sospettare una certa predisposizione genetica alla caduta dei capelli (alopecia androgenetica).

Durante l’esame obiettivo, è essenziale notare l’andamento della caduta dei capelli. I pazienti con alopecia androgenetica tendono a perdere i capelli dalla zona frontale e temporale (tipo maschile) e dalla zona centrale del cuoio capelluto (tipo femminile). Nell’alopecia areata, i pazienti possono perdere i capelli da una singola area (alopecia areata di tipo classico), dall’intero cuoio capelluto e dalle sopracciglia (alopecia totale) o dall’intero corpo (alopecia universale).

Nella tinea capitis, la presentazione classica sono punti neri associati a capelli spezzati, mentre il tipo infiammatorio (favus) è correlato all’alopecia cicatriziale. Il telogen effluvium si presenta classicamente con un diradamento diffuso dei capelli.

I pazienti con alopecia devono essere studiati a fondo per determinarne il tipo e la causa. Per alcuni pazienti possono essere necessari esami di laboratorio come per esempio l’emocromo completo, il pannello del ferro, i test di funzionalità tiroidea, la valutazione della presenza di autoanticorpi, il dosaggio del testosterone totale e del testosterone libero, gli ormoni ovarici, l’ormone luteinizzante e l’ormone follicolo-stimolante. Altri esami che si possono effettuare sono la dermatoscopia e la tricoscopia.

Test di trazione dei capelli o pull test

Il pull test viene anche chiamato test di trazione. Durante questo esame vengono tirati delicatamente dieci capelli da dieci punti diversi. È positivo se vengono rimossi tre o più capelli da questi punti. Se invece vengono rimossi meno di tre capelli, il test è negativo. Il pull test è positivo nel caso di:

  • Telogen effluvium;
  • Anagen effluvium;
  • Alopecia androgenetica;
  • Alopecia areata e alopecia cicatriziale;
  • Sindrome anagen sciolta.

 

Terapia

La terapia dipende dall’eziologia e dal tipo di alopecia. Nell’alopecia androgenetica vengono impiegati i farmaci anti-androgeni come la finasteride insieme al minoxidil spray. Spesso però è necessario ricorrere al trapianto di capelli. Nell’alopecia areata si usano i corticosteroidi di media potenza, insieme al minoxidil spray e agli immunomodulatori topici come il tacrolimus. Nella tinea capitis invece il cardine del trattamento sono i farmaci antifungini.

Fonti:
  • Monib KME, Hussein MS, Kandeel WS. The relation between androgenetic thin hair diagnosed by trichoscope and benign prostatic hyperplasia. J Cosmet Dermatol. 2018 Dec 05;
  • Gordon SC, Abudu M, Zancanaro P, Ko JM, Rosmarin D. Rebound effect associated with JAK inhibitor use in the treatment of alopecia areata. J Eur Acad Dermatol Venereol. 2019 Apr;33(4):e156-e157.
  • Spaich S, Kinder J, Hetjens S, Fuxius S, Gerhardt A, Sütterlin M. Patient Preferences Regarding Chemotherapy in Metastatic Breast Cancer-A Conjoint Analysis for Common Taxanes. Front Oncol. 2018;8:535.
  • Li J, Kong XB, Chen XY, Zhong WZ, Chen JY, Liu Y, Yin P, Fang SL. Protective role of α2-macroglobulin against jaw osteoradionecrosis in a preclinical rat model. J Oral Pathol Med. 2019 Feb;48(2):166-173.
  • Lee YB, Jun M, Lee WS. Alopecia areata and poliosis: A retrospective analysis of 258 cases. J Am Acad Dermatol. 2019 Jun;80(6):1776-1778.
  • Liu LY, King BA. Response to tofacitinib therapy of eyebrows and eyelashes in alopecia areata. J Am Acad Dermatol. 2019 Jun;80(6):1778-1779.
  • Chen P, Chen F, Zhou B. The risk of dermatological toxicities of combined BRAF and MEK inhibition versus BRAF inhibition alone in melanoma patients: a systematic review and meta-analysis. Cutan Ocul Toxicol. 2019 Jun;38(2):105-111.
  • Conic RR, Khetarpal S, Bergfeld W. Treatment of female pattern hair loss with combination therapy. Semin Cutan Med Surg. 2018 Dec;37(4):247-253.

 

Articoli correlati:
Tags:
,


× Servizio Clienti