Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Home / Blog / il 50% degli italiani vuole la telemedicina, l’indagine VMware

il 50% degli italiani vuole la telemedicina, l’indagine VMware

La telemedicina rappresenta una vera innovazione digitale nel mondo medico, capace di agevolare e avvantaggiare medici e pazienti. Infatti, sono sempre di più i cittadini italiani a desiderare tale servizio, per poter seguire trattamenti comodamente dal proprio domicilio e per usufruire di un migliore sistema sanitario. Dunque, è anche l’indagine VMware a confermare tale dato: il 50% degli italiani vuole la telemedicina.

Indagine VMware: italiani sempre più favorevoli alla telemedicina

Quando si parla di telemedicina non ci si limita a far riferimento a una videochiamata con un professionista. Si tratta, dunque, di un sistema complesso di prestazioni, finalizzato al miglioramento del sistema sanitario nazionale, alleggerendo il carico delle strutture ospedaliere. Infatti, sono sempre di più gli italiani a mostrare interesse e fiducia per tale innovazione e per l’applicazione della tecnologia digitale alla salute e al benessere.

L’indagine commissionata da VMware coinvolge oltre 6000 cittadini provenienti da diversi Paesi. Con un particolare focus sulla situazione italiana, i risultati evidenziano come più del 45% della popolazione sia disposta a sostituire i tradizionali consulti medici con degli appuntamenti svolti virtualmente e a distanza. Infatti, una percentuale ancor più grande confida che le moderne tecnologie virtuali saranno anche in grado di contribuire alla riduzione del Covid-19. Gli esperti hanno anche sottolineato che tale predisposizione al mondo digitale – e con particolare riferimento alla telemedicina – sia stata incoraggiato e generata dalla pandemia.

Differenze tra televisita e videochiamata

Accostare al concetto di televisita quello di semplice videochiamata è estremamente riduttivo. Dunque, le prestazioni fornire tramite telemedicina devono presentare dei requisiti clinici-organizzativi da rispettare attentamente. È essenziale mantenere immutato l’intero processo clinico tipico delle visite in presenza, così da evitare la dispersione e frammentazione delle informazioni del paziente sulle piattaforme.Affinché si possa tutelare la privacy di entrambe le parti, i sistemi adoperati devono prevedere modalità sicure di scambio delle informazioni e dei documenti clinici. Tale sicurezza deve essere garantita anche al di fuori della singola videochiamata. Un ulteriore requisito per avviare una televisita è la lettura veritiera degli esiti degli esami o delle analisi alle quali si sottopone il paziente. A tale fine, si utilizzano immagini Dicom, come ad esempio quelle direttamente fornite da una radiografia o ecografia. Per tali motivi, non si può assolutamente parlare solo di videochiamata. Tali regole e vincoli devono valere anche nel caso in cui avvenga un consulto tra diversi specialisti o tra medico generico e specialisti. Il rispetto e la tutela dei dati costituisce la priorità.

Nota: Il contenuto del presente articolo non è inteso né raccomandato come sostituto di consigli, diagnosi o trattamenti medici. Pertanto è sempre necessario chiedere il parere di un medico in merito a qualsiasi domanda, condizione clinica, trattamento o argomento trattato nel presente documento. Doctorium non si assume nessuna responsabilità sull'utilizzo autonomo delle informazioni indicate.

Articoli correlati

Fai conoscere l'articolo ai tuoi amici

0 Condivisioni
Elemento aggiunto al carrello.
0 items -
doctorium_logo.png

Scrivi i tuoi dati e penseremo a tutto noi

× Servizio Clienti