Lupus eritematoso sistemico: l’importanza della prevenzione- Doctorium
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Home / Blog / Lupus eritematoso sistemico: l’importanza della prevenzione

Lupus eritematoso sistemico: l’importanza della prevenzione

Noto anche come “malattia dai mille volti”, il Lupus eritematoso sistemico è una malattia multisistemica autoimmune cronica che si manifesta in numerosi modi differenti, di conseguenza può essere facilmente confusa con altre patologie e la sua diagnosi è piuttosto difficoltosa. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Il Lupus eritematoso sistemico e la difficoltà della sua diagnosi

In Italia, sono circa 23mila i pazienti affetti da Lupus eritematoso sistemico, una malattia che colpisce soprattutto giovani donne in età fertile e le cui cause sono ancora da definire con certezza,  nonostante gli esperti abbiano accertato l’influenza di fattori genetici e ambientali. Il LEP, infatti, si manifesta in modi differenti e provoca reazioni e sintomatologie diverse, ad esempio eruzioni cutanee o dolori articolari, e può colpire diverse parti del corpo, come pelle, sangue, reni o vasi sanguigni, di conseguenza è piuttosto difficile identificarla e formulare una diagnosi.

Secondo un sondaggio di EMG promosso da AstraZeneca, i principali problemi che colpiscono i pazienti affetti da LES sono la necessità di cure continue, la poca conoscenza della malattia e le difficoltà di diagnosi. I problemi generati da questa patologia, infatti, non sono semplici da comprendere e possono avere un profondo impatto sulla qualità della vita dei pazienti: l’82% degli intervistati, infatti, sostiene che le malattie autoimmuni hanno effetti negativi sulla vita quotidiana e che il sistema nel quale i pazienti si muovono non è adeguato per garantire loro la possibilità di convivere con questa patologia e allo stesso tempo condurre una vita normale. Un’altra difficoltà da affrontare è la complessità delle terapie: nel trattamento contro il Lupus, infatti, vengono farmaci dalle diverse formulazioni in combinazione tra loro, come antinfiammatori, antimalarici e corticosteroidi, che vengono somministrati in base ai sintomi del paziente. Solo da pochi anni sono stati introdotti i farmaci biologici, che hanno sostituito il cortisone.

I risultati del sondaggio di EMG dimostrano, inoltre, la poca conoscenza e sensibilizzazione nei confronti del LES. Sono solo 2 italiani su 10 a sapere cosa sia il LES e la maggioranza degli intervistati non è informata sui tempi necessari per una diagnosi. È dunque ancora molta la strada da fare sia per aumentare la conoscenza di questa malattia, sia per migliorare i trattamenti e gli strumenti per una sua diagnosi precoce.

Essendo il LES una malattia “dai mille volti”, potrebbe essere facilmente confusa con altre patologie. Per questo motivo, secondo Rosa Pelissero, presidente Gruppo Les italiano Odv, è fondamentale istituire dei centri multidisciplinari per il trattamento del LES, dove il paziente possa trovare lo specialista più adatto alle proprie esigenze, che sappia trattare le diverse reazioni e sintomatologie causate da questa complicata malattia. 

Fonte: https://www.adnkronos.com/lupus-eritematoso-sistemico-solo-2-italiani-su-10-sanno-cose_5SHWguWuwWz51JpW4hQIuS?refresh_ce

Nota: Il contenuto del presente articolo non è inteso né raccomandato come sostituto di consigli, diagnosi o trattamenti medici. Pertanto è sempre necessario chiedere il parere di un medico in merito a qualsiasi domanda, condizione clinica, trattamento o argomento trattato nel presente documento. Doctorium non si assume nessuna responsabilità sull'utilizzo autonomo delle informazioni indicate.

Articoli correlati

Fai conoscere l'articolo ai tuoi amici

0 Condivisioni
Elemento aggiunto al carrello.
0 items -

Chiedi un video consulto.

doctorium_logo.png

Scrivi i tuoi dati e penseremo a tutto noi

× Servizio Clienti